Il Casale di Lando è uno dei più antichi di Pozzo di Gotto e nel suo territorio è situata una masseria fortificata con i resti di una torre. Le sue origini, secondo diverse fonti, risalgono al XIV secolo e, precisamente, alla dominazione aragonese. Il feudo di Lando fu donato da Vassallo Cirino (14) al nipote Belgio nel 1397, confermato da re Martino e dalla regina Maria in data 12 febbraio 1397 e da re Alfonso con diplomi del 5 febbraio 1417 e 10 settembre 1453, come attesta Filippo Rossitto, desumendo tale notizia dalla “SICILIA NOBILE” del Marchese Villabianca (parte I libro V f. 345). (15) Belgio Cirino possedeva due feudi, chiamati di Lando e Basilio nella pianura
di Milazzo, nei territori di Milazzo, S. Lucia del Mela e Castroreale senza indicazioni di confine. Tale feudo, secondo il Barberini, (16) doveva esistere da epoca immemorabile alla fondazione di Pozzo di Gotto. Il nome antico di Lando o Landone è di origine greca: Agaranite che significa “il torrente rompitore d’argini”. Ciò fa supporre che nel periodo della colonizzazione greca in Sicilia o, piuttosto, con maggior sicurezza, durante la dominazione bizantina sia stato conosciuto dai coloni o dai pastori stabilitisi sui colli. Nell’epoca saracena, si chiamava Mustack e così dovettero chiamarlo anche i Normanni.

Naviga su Mappa


Vedi Anche in Beni

Testi e foto di questo contenuto a cura di: