La Villa Picardi, situata nella parte bassa della via Umberto I,  costruita probabilmente nei primi anni del Novecento su progetto dell’architetto Fleres, fu una delle residenze della famiglia Picardi-De Gregorio (le altre erano a Messina e a Roma). Il senatore messinese Silvestro Picardi (1853-1904), assieme alla moglie, la marchesa Giovanna De Gregorio, aveva possedimenti a Barcellona e di frequente era in città a curare i propri interessi, svolgendo nel contempo anche un’importante attività sociale e culturale. Le due figlie, Paola (1881-1950) e Angelica (1880-1964), si sposarono rispettivamente con l’architetto Carlo Broggi e con il letterato-dantista Luigi Valli, spesso presenti a Barcellona, mentre il figlio Vincenzo (1884-1917) fondò e diresse a Roma la rivista “Rassegna Contemporanea”, assieme a Giovanni Colonna di Cesarò,  morendo giovane in guerra. La famiglia istituì nella villa una biblioteca pubblica, curata dal professore Alessandro Manganano e dallo scienziato Nino Pino Balotta. La villa fu venduta dagli ultimi discendenti della famiglia nel 1960.

Testi e foto di questo contenuto a cura di: