L’ex mercato coperto di via Longo, oggi noto come ex pescheria, è una struttura costruita negli anni Cinquanta-Sessanta e progressivamente abbandonata: prima l’area di vendita del pesce, poi anche la parte destinata alla vendita di frutta e ortaggi. L’intervento di riqualificazione (progetto degli architetti Angela Amone, Alessandro Pianetti Della Stufa, Rocco Smaldone, Elisa Trapani, ingegneri Luigi Genovese, Marco Graziano, Lorenzo Cimino, Valerio Tedesco), completato nel 2011, ha ripreso e rielaborato alcuni elementi caratterizzanti, come la pensilina sulla strada “rivestita” da uno scatolare in acciaio corten (lo stesso della Piramide della Fiumara d’arte di Mauro Staccioli), il percorso interno di attraversamento, anche qui una grande parete rivestita in acciaio corten, mentre nella zona di vendita del pesce è stata allestita la sala conferenze. Al primo piano è stato ricavato uno spazio da adibire a galleria d’arte. Il tutto ricoperto da una bellissima tettoia in acciaio e policarbonato che permette alla luce di giungere anche dall’alto. L’antistante via Longo è stata altresì ripavimentata in pietra, e fornita di elementi illuminanti moderni.

 

 

 

 

 

 

Testi e foto di questo contenuto a cura di: