Beni culturali

Monumenti e Beni Culturali Locali

Ex Monte di pietà - Giovanni Spagnolo


Il Monte di Pietà risale al 1799, costruito per interessamento del filantropo barcellonese Giovanni Spagnolo, che diede tale disposizione nel proprio testamento. In una testimonianza dei primi anni del XX secolo si legge che “Il Monte di Prestanza, sotto il titolo Giovanni Spagnolo, è una istituzione molto antica e pegnora oggetti di valore con lieve interesse”. La storia del Monte di Pietà è in parte legata a quella del Teatro Mandanici, costruito sul terreno adiacente appartenente pure a Giovanni Spagnolo. Il 31 maggio 1967 il Teatro fu colpito da un incendio e dopo qualche tempo i resti furono demoliti, e la stessa sorte subì una parte del Monte di Pietà, che non era stato neanche toccato dal rogo, e il cui primo piano da molti anni risultava abbandonato essendo venuta meno la sua funzione, mentre al piano terra erano situate varie attività commerciali. In un primo momento furono edificati dei brutti portici che facevano da schermo alla retrostante area. Successivamente fu ristrutturata l’intera area del Mandanici, e non solo i portici, e i locali al primo piano dell'ex Monte di Pietà adibiti a spazi espositivi.  Nel 2000 tutto il primo piano è stato ulteriormente trasformato, realizzando un auditorium di circa centocinquanta posti, una saletta, utilizzata dall’Università della Terza Età, e la Sala Vetri (nella zona dei portici), adibita a spazi espositivi.

 

 

 

 

 

 

Testi e foto di questo contenuto a cura di: